Pittura a olio - Tra astratto e figurativo

18 ottobre - 09 maggio

Programma

Prerequisiti:
Conoscenze del disegno e delle tecniche pittoriche fondamentali

Obiettivi del corso:

Quest’anno l’attività del corso (per chi lo vorrà)  sarà volta a sollecitare gli allievi  all’uso di materiali pittorici non convenzionali: colle, stucchi, sabbie e quanto ancora possa sollecitare la creatività in direzione di una pittura informale e meno accademica.

Si propone inoltre di confrontarsi in modo ripetuto con un tema cardine della pittura:ciò che non si può ritrarre, ma sempre e solo interpretare, aria e acqua.Inafferrabili a causa del loro continuo cambiamento. Ciò andrebbe a creare in chi sente maggiormente vicina  la pittura tradizionale un'inevitabile e positiva complicazione emotiva.Così  come costringerebbe coloro che si ritengono ormai verso l'astratto ad un dovuto è necessario ripensamento, rintracciando proprio nell'origine della propria ricerca una serie di riferimenti legati alla realtà. Un'impresa non facile ma che vale la pena essere tentata.

Alla fine del corso l'allievo dovrebbe essere in grado di avere una più consapevole e ampia conoscenza delle proprie capacità espressive; consolidata attraverso il confronto, l'applicazione e il dialogo, in modo da esprimere la propria personalità. Questo avverrà sia attraverso un percorso didattico, che liberando la singola attitudine.

Durante lo svolgimento delle lezioni, infatti, si cercherà soprattutto di stimolare la passione personale di ognuno, arricchendola con una maggiore conoscenza tecnica e consapevolezza visiva. 

                Modalità didattiche:

Lezioni frontali di supporto con chiarimenti sulle tecniche pittoriche, evitando di uniformare gli stili. Durante gli incontri, come sempre è stato fatto, si cercheranno parallelismi con autori o scuole pittoriche, così da creare maggiore consapevolezza e capacità critica. 

 

Inoltre, sarà presa in considerzione o sollecitata direttamente, la possibilità di uscire in gruppo (senza sottrarre giornate alla pittura), per visitare importanti mostre o luoghi d’arte. Quando questo nel passato è stato fatto ha prodotto risultati eccellenti, non solo arricchendo, ma anche stimolando,il proprio immaginario visivo.

 

 

Condividi il corso